lE STRUTTURE DOVE SIAMO PRESENTI:

Ospedale civico di Chivasso


Nel 2005 s‘inizia a svolgere servizio presso l‘ospedale civile di Chivasso, con frequenza pari a due incontri mensili della durata media di 3 ore , durante i quali vengono visitati i reparti di Pediatria, Ortopedia, Medicina generale, Pronto-soccorso e Radiologia e Oncologia Day Hospital. I volontari visitano i pazienti in coppia di 2 o 3 , con la presenza fissa di un claun esperto, il quale si occupa di gestire le stanze e di supervisionare l‘attenzione alle norme igieniche. Il nostro intervento è principalmente indirizzato ai soggetti chiamati a vivere l‘esperienza del ricovero ospedaliero o come degenti o come famigliari del malato. Il volontario entra nel reparto “in punta di piedi” e come prima cosa si reca dal personale medico o infermieristico per chiedere se è possibile in quel giorno effettuare servizio, e se vi sono stanze particolari o che è meglio evitare. Questo è un passo fondamentale dal momento che potrebbero esserci degenti in particolari situazioni critiche o con malattie contagiose. L‘ingresso nelle stanze dei pazienti avviene in modi particolari: utilizzando pretesti clown come suonare campanelli immaginari o giocare con le bolle di sapone, si chiede al singolo paziente se ha piacere di stare in nostra compagnia. Una volta nella stanza ci si presenta: si chiede il nome, l‘età senza però mai riferirsi alla sua malattia. Questa piccola intervista serve ai clown per cominciare a conoscere il paziente. Bolle di sapone, suoni di musica, giochi di magia, pupazzi parlanti, oggetti dai mille rumori... inizia così una sorta di complicità tra clown e pazienti che si lasciano trasportare in un mondo di fantasia evadendo dalla realtà ospedaliera. Il nostro intervento è però diretto anche al personale medico ed infermieristico, con il quale si instaura un rapporto di sincerità e rispetto. Infine si ha l‘abitudine di seminare in giro per l‘ospedale bigliettini con frasi ironiche o positive, che facciano riflettere e che lascino un po‘ di colore anche dopo il nostro intervento.

RSA San Mauro


Il servizio all'RSA "Mezzaluna" di San Mauro Torinese viene prestato una volta al mese il sabato mattina dalle 9 alle 12. La Residenza assistenziale per anziani ospita una sessantina di ospiti divisi in tre piani:

al primo piano troviamo gli ospiti meno gravi, con i quali risulta piú facile l'interazione,
mentre salendo di piano vi sono i casi piú gravi,cioé i pazienti colpiti da patologie legate all'etá come ad esempio il morbo di Alzheimer e quindi non autosufficienti. Con loro che non hanno piú l'uso della parola e non riescono a recepire quello che gli succede attorno, ci rapportiamo con calma facendogli sentire la nostra presenza attraverso il tatto con carezze, brevi massaggi o semplicemente con gli sguardi.

I nostri claun portano a tutti i nonni coccole, carezze, baci, canti regionali (che molte volte li fanno tornare indietro con la mente), i giochi di magia e le barzellette. Si fa servizio tutti assieme perché i nonnini sono accompagnati dal personale nella sala comune di ogni piano, ma se per motivi particolari un nonnino rimane in stanza allora lo si vá a trovare in massimo due claun. A tutti gli ospiti non é imposta la nostra presenza ma siamo molto attenti nel capire dove siamo graditi e dove no cosí da lasciare il nonnino tranquillo se ne sente il bisogno.



RSA Volpiano


La Casa di Riposo "Ospedale G. Arnaud"
é situata a Volpiano in Via Roma 22.
E' una struttura residenziale per anziani sia per ospiti autosufficienti che non autosufficienti (media intensitá).
Gli ospiti sono circa una quarantina
e sono splendidi!
La struttura é divisa in tre piani e gli anziani si spostano per mangiare e dormire sui vari livelli. Noi li incontriamo nelle sale comuni dove insieme cantiamo, balliamo, chiacchieriamo e ci divertiamo. A seconda della loro patologia o umore, abbiamo approcci piú soft o piú giocosi..
Il tutto seguendo sempre i nostri principi e soprattutto assecondando le volontá dei nonnini

Progetto volocarcere vip Torino onlus


Vip Sognando Chivasso Onlus partecipa attivamente al progetto "Volocarcere" di Vip Torino Onlus che prevede l´invio dei volontari clown all´IPM Ferrante Aporti. Tutte le ultime domeniche del mese i volontari Vip incontrano i ragazzi detenuti nel carcere minorile torinese e passano con loro un intero pomeriggio all´insegna di giochi, risate, chiacchiere più o meno profonde e chi più ne ha più ne metta. Un servizio molto diverso da quello che i volontari prestano in ospedale o in casa di riposo, ma altrettanto importante perchè permette loro di avvicinarsi a giovani che continuamente, seppur a loro modo, chiedono confronto ed appoggio per ricostruire la propria vita. I clown vengono costantemente formati a riguardo: questa è una prerogativa Vip che non lascia mai che i suoi volontari affrontino un servizio senza avere una preparazione adeguata. In carcere i volontari non indossano il camice, ma jeans, maglia associativa e l´immancabile Naso Rosso al collo. Sparisce anche il nome clown, ci si presenta coi nomi veri perchè è molto diverso il rapporto che si instaura coi ragazzi. L´incontro è sempre arricchente: giovani di diversa nazionalità, ciascuno con le proprie vite e le proprie esperienze, incontrano i volontari Vip che vivono questo momento con apertura e consapevolezza. Ogni istante passato coi ragazzi diventa unico, un dono grande, perchè nonostante tutto, sono ragazzi, spesso giovanissimi, che hanno soltanto bisogno di ritrovare la leggerezza della propria età. E allora a volte basta giocare anche solo a Uno, a calcetto o a ping pong per veder nascere sui loro volti quel sorriso che fuori, per tante e diverse ragioni (spesso non così scontate come potremmo pensare) possono aver perso. E´ portare un messaggio quello che conta di più in questo particolare servizio: sbagliare è umano, tutti possono farlo. Ed è giusto che poi ci si faccia carico delle conseguenze dei propri errori. Ma la vita ci da sempre una possibilità in più: basta crederci, basta volerlo veramente. Volocarcere è questo, un modo in più per dire: "io ci credo".